Archivi categoria: filosofia minore

La Logica Dei Pubblicitari

“oltre 1000km con un pieno di benzina”

Roba di qualche anno fa, riguardava la Opel Corsa.
Perché questo dovesse essere uno slogan attraente in un paese dove è difficile passare mezz’ora senza incontrare un distributore è per me un mistero.

Del resto, e fortunatamente, un Boeing 747 ha un’autonomia ben superiore a 1000km con un pieno, ma non per questo traggo la conclusione che consumi poco, o che sia un mezzo di trasporto conveniente.

Questo è un esempio eclatante di come la comunicazione pubblicitaria a volte si ingarbugli in premesse e, auspicate, conclusioni che non sempre rispettano i canoni della logica.

In questi giorni sta facendo grosso scalpore una campagna Microsoft, che sfida a trovare la propria soluzione informatica e promette di pagarla se ci si riesce. Il più famoso al momento è quello di Lauren che vuole un portatile con schermo di 17 pollici sotto ai 1000$ di prezzo . Cerca che ti cerca, lo trova, Microsoft le dà i soldi per comprarlo e lei è felice.

?

Credo lo sarebbe chiunque, un computer gratis è sempre un computer gratis. Di nuovo mi sfugge la logica sottostante, e in questo caso anche la conclusione cui si dovrebbe arrivare.

Sono anche passati i tempi in cui “bastava la parola”, adesso l’attenzione dei destinatari è così frazionata da mille stimoli che catturarla non è semplice, e forse è logico cercare strade alternative.

Annunci

1 Commento

Archiviato in comunicare, dubbi, filosofia minore, malatamente

Il Viaggiatore

“terreno di nuova formazione proveniente dal mare”

Da una visura catastale, l’ultimo luogo dove penseresti di trovare stimoli a fantasticare

Lascia un commento

Archiviato in filosofia minore

E rimetti a noi i nostri debiti….

Da una “proposta” di lavoro giunta via email.

Tra i requisiti richiesti:

‘abilita di usare dei resorsi dell’internet e di esprimere correttamente Vostri pensieri’

Lascia un commento

Archiviato in comunicare, filosofia minore, scrivere

Disconnesso

Ci sono giorni in cui guardi una pubblicità e ti rendi conto che una fascia di popolazione ti è completamente estranea. E non ne sei del tutto dispiaciuto.

non cliccate, è solo l'immagine della pubblicità

non cliccate, è solo l'immagine della pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in filosofia minore

Stavo per scrivere qualcosa sull’Alitalia

Ma l’avevo già fatto.

Ciò dovrebbe preoccupare me, che non ricordo commenti che ho già fatto, o l’Alitalia, che mi sorprendo raccolga ancora, non tanto potenziali acquirenti, quanto passeggeri così fiduciosi da acquistare un biglietto per un volo che non sanno se partirà?

Al di là di questo, rexer non è umano, si sa, e quindi ogni tanto ha bisogno di fermarsi per ricaricare le batterie. Può essere che per un po’ latiti, ma come le altre volte tornerà.

10 commenti

Archiviato in dubbi, filosofia minore

La notizia di apertura dei telegiornali se veramente ci dicessero quello che è successo

Anche oggi è stata una giornata priva di eventi di rilievo per oltre 50 milioni di Italiani.

L’hanno trascorsa occupandosi delle consuete faccende domestiche, di studio o lavorative.

Hanno apprezzato la vicinanza di famiglia e/o amici e quasi tutti sono abbastanza felici, o non sono abbastanza insoddisfatti per decidere di cambiare radicalmente la loro esistenza.

Una giornata come tante altre, che nel giro di una settimana avranno già dimenticato.

2 commenti

Archiviato in fiction, filosofia minore, news

Le pubblicità di Banca Mediolanum

E’ evidente che io non faccio parte dei destinatari delle pubblicità Mediolanum perché trovo abbiano dei messaggi quanto meno bizzarri.

L’originale “la banca costruita intorno a te” con il tizio che mi disegna un cerchio sulla sabbia* (materiale che, diciamocelo, non brilla per stabilità) già non era invogliante.

Oggi poi ho visto la pubblicità per la previdenza integrativa: un signore in giacca e cravatta, e casco (ci mancherebbe), che pedala felice, braccia aperte come ali, testa indietro e sguardo felice verso l’alto.

Peccato che ricordi abbastanza da vicino analoga posa di Meg Ryan in un film, appena prima di schiantarsi contro un camion.

____________
* sì, ok, forse era sale o qualche altra sostanza. Non cambia.

4 commenti

Archiviato in comunicare, dubbi, filosofia minore