Concorso Letterario

Mi è arrivata una mail con richiesta di diffusione, è un concorso letterario, magari qualcuno che passa di quì è interessato.

Non so nulla di più di quello che vedete quì riportato, non ho contatti con gli organizzatori, né interessi particolari sulla faccenda. No, giusto per chiarire.

Per informazioni c’è una sezione apposita nel sito del Comune di Trichiana.

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE
“TRICHIANA – PAESE DEL LIBRO”

medaglia d’argento del Presidente della Repubblica
XVII edizione
BANDO DI PARTECIPAZIONE
1. L’Amministrazione comunale di Trichiana bandisce la XVII edizione del Premio Letterario Nazionale “TRICHIANA – PAESE DEL LIBRO”, con il contributo della Regione del Veneto e della Provincia di Belluno.
2. Il Premio è riservato ad un racconto inedito, in lingua italiana, sul tema: “Segreti”.
3. Ogni autore può partecipare con una sola opera di non oltre 40.000 battute.
4. Le opere, in 9 copie cartacee accompagnate da dischetto contenente il racconto in un file in formato .doc o .txt, dovranno pervenire in un plico che conterrà al suo interno una busta chiusa con le generalità complete dell’autore, l’indirizzo, il recapito telefonico e l’eventuale indirizzo di posta elettronica.
5. I plichi dovranno essere indirizzati a: Segreteria del Premio Letterario, Comune di Trichiana, pz. T. Merlin, 1 – 32028 TRICHIANA e spediti entro il 31 marzo 2007 (farà fede il timbro postale).
6. Il materiale inviato rimarrà a disposizione per 30 giorni dopo la data di premiazione. Durante tale periodo potrà essere richiesta la restituzione con invio a carico del richiedente. Passato il termine, il materiale sarà eliminato.
7. Non è prevista alcuna tassa di partecipazione o di lettura.
8. La Giuria, composta da note personalità della cultura, stilerà la graduatoria finale, fra una rosa di 10 finalisti scelti da apposita Commissione Selezionatrice.
9. I racconti finalisti saranno raccolti in antologia e pubblicati a cura dell’Amministrazione Comunale.
Saranno inoltre pubblicati sul sito del Comune.
10. La Giuria assegnerà i seguenti premi:
al vincitore spetterà un premio in denaro di € 2000,00 (duemila), 50 copie dell’antologia edita dall’Amministrazione Comunale e la medaglia del Presidente della Repubblica
dal 2 al 5° classificato: 20 copie dell’antologia e un premio-ricordo
dal 6° al 10° classificato: 15 copie dell’antologia e un premio-ricordo.
11. I finalisti cedono i diritti di stampa dell’opera all’Amministrazione comunale di Trichiana.
12. La premiazione si svolgerà a Trichiana, il 17 giugno 2007.
13. L’inserimento nella graduatoria dei finalisti sarà comunicato tempestivamente con lettera raccomandata unitamente all’invito ad intervenire alla cerimonia di premiazione mentre la graduatoria sarà resa pubblica nel corso della cerimonia stessa.
14. I premi assegnati dovranno essere ritirati personalmente dai finalisti o da persone da loro delegate per la circostanza.
Per ulteriori informazioni gli interessati possono prendere contatto con la Biblioteca civica di Trichiana,
tel. 0437.555274 e-mail biblioteca.trichiana[at]valbelluna.bl.it.
Il Sindaco
Fiorenza Da Canal

(Nei commenti inserisco la storia allegata al bando ndr)

Annunci

1 Commento

Archiviato in scrivere

Una risposta a “Concorso Letterario

  1. SEGRETI

    presentazione di Edoardo Comiotto
    Segretario del Premio

    Maria era una donna sui quarant’anni schiva, ma puntuale sul lavoro. I vicini di casa la ricordano come una signora ordinata ed abitudinaria. Riceveva qualche rara visita di alcuni lontani parenti. Quando si allontanava, anche per mezza giornata dal Paese, avvisava sempre il vicino perché accudisse Polli, il suo cane. Da lunedì Maria non si vedeva più, al telefono non rispondeva e Polli abbaiava in continuazione.
    Stranamente la porta d’entrata era aperta, ma Maria non era in casa. Nell’appartamento lindo la televisione era ancora accesa, sulla tavola una tazza di caffè. Nulla che spiegasse questa improvvisa scomparsa. Vicino al telefono, l’inizio di un numero 33564 ed un segno come se fosse scivolata la mano…
    Enrico lavorava all’Intendenza di Finanza con incarichi ispettivi e stranamente negli ultimi mesi il suo tenore di vita era migliorato notevolmente tanto da consentirgli di cambiare macchina, di rimodernare l’arredo di casa, di concedersi una crociera di quindici giorni. Un giorno mentre in Ufficio stava controllando i libri contabili della nota Società….
    Elisabetta non credeva nelle profezie, nei maghi o nell’astrologia, ma strane coincidenze, strani presagi e situazioni paradossali – visti da una analisi logica degli eventi -, stavano accadendo.
    Giorgio, già in pensione da alcuni anni, aveva mantenuto l’abitudine di recarsi di buon mattino alla stazione centrale: gli piaceva vedere la gente affrettarsi per le coincidenze, sentire l’odore del caffé che usciva dal bar sempre pieno di gente, i suoi ex colleghi che commentavano lo sciopero dei Cobas. Quel giorno notò nella sala d’aspetto una coppia che teneva ben stretto uno strano pacchetto dal quale penzolava un filo e…..
    La vecchia Signora che abitava da lunghi anni nella villa isolata fuori del Paese, era considerata estrosa, se non matta. Di certo il suo vivere isolato e misterioso, le luci sempre accese nella cantina o nella soffitta, gli strani rumori che di notte provenivano da quel palazzo d’epoca lasciato andare in gran parte in rovina, avevano suscitato un alone di mistero sia sulle facoltà intellettuali della Signora e su cosa succedesse in quella casa.
    Nella stanza asettica piena di computer, monitor e stampanti il gruppo di esperti, chiamati repentinamente al lavoro alle 11.30 di sera, stava esaminando degli strani messaggi in codice. Da alcune settimane in un piccolo centro alpino stavano accadendo insoliti fenomeni: anomale folate di vento caldo spazzavano inspiegabilmente le contrade, in alcuni campi erano apparsi degli strani segni di bruciature alle colture…
    Se ne parlava da tempo. Nel limpido cielo settembrino delle scie persistenti di aerei si facevano sempre più fitte. Non erano voli di linea ed al telefono le autorità non davano alcuna spiegazione nel merito Qualcuno sussurrava che dei poteri occulti irradiavano sostanze, psicofarmaci od altro, che potevano modificare la percezione sensoriale, gli stati mentali delle persone. Sta di fatto che il 15 settembre alle ore 8.45…
    Il Generale entrò nella stanza impettito e con fare solenne trasse dalla valigetta un dossier riservatissimo ed iniziò a parlare: “ Voi sapete che la sicurezza nazionale è in pericolo, gli ultimi attentati hanno messo in luce come la situazione diventi sempre più grave. Nelle nostre stazioni di ricerca nucleare si è finalmente collaudato il Sistema Terminator 2007 capace di irrorare la ionosfera con sostanze che riflettendosi…”
    Nel laboratorio la luce fredda illuminava perfettamente l’ampio stanzone dove si svolgeva da tempo, per conto di una nota casa farmaceutica multinazionale, una riservatissima ricerca sui gameti. Evaristo quella mattina si sentiva quasi euforico, ma non fece nemmeno in tempo a svitare la provetta che d’improvviso…
    Padre Giovanni uscì sconvolto dal confessionale. Aveva sentito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...