“Una Vita Da Lettore” di Nick Hornby

Spero che l’editore Guanda non si arrabbi se ho fotocopiato due piccole parti di questo libro, ma non ho resistito.

Non ho resistito neanche ad aspettare di averlo letto. Ebbene sì, non l’ho ancora letto, ma poi ho pensato che Natale è vicino, le vacanze, più tempo per leggere, magari qualcuno non l’aveva notato in libreria.

Tutto vero, in più volevo riportare questi due brani perché mi sembrano emblematici di due grosse verità:

quanto bello è leggere un libro:

nh

.

quanto sia difficile mantenere la propria integrità:

intro
[il giustificato non è mio ndr 🙂 ]

Il libro è una raccolta di articoli pubblicati sulla rivista “The Believer”.

In ogni capitolo Hornby inizia con un elenco di libri acquistati e libri letti nel mese, poi, suppongo, ne parla.

Un metalibro? il sogno di ogni lettore?

La risposta a dopo le vacanze (spero, qua la pila etichettata “da leggere” sta aumentando, in un equilibrio sempre più precario)

Annunci

11 commenti

Archiviato in libri

11 risposte a ““Una Vita Da Lettore” di Nick Hornby

  1. Un libro così, scritto da Hornby. Devo averlo. Però molti mi sembrano libri inglesi e quindi qualcosa purtroppo si perde…

  2. Per quanto ci si sforzi quello che si perde sarà sempre più di quello che si trova (ho ancora i residui della visita in libreria di questa mattina).

    Tanto vale almeno prendere quello che si può.

    Sfogliandolo casualmente (è nella mia lista d’attesa) sembra uno di quei libri che hanno più di qualche freccia stimolante al loro arco.

    Dai libri alla avventurosa “vita da lettore”.

  3. Per me è stato molto stimolante, tant’è che per un mesetto ho continuato a scrivere e a pensare come se mi fossi incarnata in Hornby. Il libro è divertente e ricco di spunti di lettura, ma provoca per questo un rapido svuotamento delle tasche e dei portafogli.Io l’ho letto qualche mese fa e l’effetto non è ancora finito. Uomo ( o donna, non so)mezzo avvertito… Poi fammi sapere.

  4. E’ una cosa che mi preoccupa infatti, ho visto che i libri citati sono decine e io sono sensibile a questi suggerimenti.

    Grazie, uomo mezzo salvato.

  5. ciao,
    lo sto leggendo da qualche giorno. mi piace molto e quando l’ avrò finito avrò una lunga lista di libri da andare a cercare … in 31 canzoni mi ha fatto scoprire la scrittrice anne tyler, che adesso è una delle mie preferite.

  6. Anne Tyler è potenzialmente una delle mie autrici preferite.

    Me ne sono allontanato per un libro triste che ho letto in un perido strano della mia vita. Dovrei riavvicinarla.

    E Hornby me lo sono gustato proprio. Indipendentemente dai suggerimenti, con quel suo stile colloquiale che ti tiene alla sua altezza e abbassa quelli che vorrebbero mettersi su un piedistallo.

  7. Lo leggerò – che tra l’altro in questo periodo un bel vademecum mi servirebbe proprio -, e anche “31 canzoni”.
    Un altro libro che mi è molto piaciuto, a cura di Nick Hornby, letto diverso tempo fa è “Le parole per dirlo”, raccolta di racconti di diversi autori amici di Hornby (Zadie Smith, Helen Fielding, Roddy Doyle, Irvine Welsh, Melissa Bank etc.).

  8. “Le parole per dirlo” è nella mia pila degli acquistati, da leggere. Credo. Spero.

    E “Una vita da lettore” è sicuramente nello scaffale buono, da tenere sempre a disposizione.

  9. (IBPNCDD) Il Blogger Precedentemente Noto Come Dottor D.

    Hornby ha ragione, la lettura vince la sfida con qualsiasi altra forma di intrattenimento. Perfino col cinema.

    Al massimo, parere mio, può pareggiare con World of Warcraft ( http://it.wikipedia.org/wiki/World_of_warcraft ).

  10. serena

    “Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.”

    Questo il parere del giovane Holden Caulfield, e questo il parere mio…solo che le intercontinentali sono un pò proibitive per il mio misero stipendio…ma vorrei avercelo lo stesso il numero di Hornby!!

  11. Con il voip le chiamate sono convenienti adesso 😉 ma non è detto che di persona il nostro autore preferito sia quello che ci immaginiamo.

    O che sia contento di ricevere decine, o migliaia di telefonate.

    Io non chiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...