Anche i ricchi piangono II

Ci sono giorni in cui magari ti senti un po’ in colpa perché non aggiorni il blog.

Poi leggi sulla prima pagina de Il Sole 24ore: “Tarda l’ultimo Harry Potter e l’editore crolla sul mercato”.

Non è facile neanche fare l’editore.

Annunci

5 commenti

Archiviato in news

5 risposte a “Anche i ricchi piangono II

  1. Anch’io mi sento in colpa quando non aggiorno il blog, cui mi sto affezionando in modo piuttosto preoccupante. Più in colpa che per il fatto che in questi giorni non esco quasi mai, mangio male e di fretta, fumo (vabbè poi per un po’ non li dico più) smodatamente, non mi curo del mio corpo né del mio svago. Scusa, sono giorni di lamenti.
    Comunque volevo dirti che mi piace la tua tendenza al “post sequel”, Congiuntivi II ad esempio mi ha permesso di scoprire Congiuntivi I. Forse questa tua intuizione andrebbe segnalata all’amico Robert Scoble.

  2. Mi associo pure io a voi che vi sentite in colpa, certi giorni sono davvero sterili ma poi basta che succeda una cosa piccolissima ma interessante e la ruota ricomincia a girare…

  3. Già, a noi tutto sommato la ruota ricomincia a girare facilmente mentre a quelli di Bloomsbury, se J.K.Rawling non si sbriga, è ben altro che gira.

    Ma la questione aggiornamento blog va presa un po’ come viene, io so già che alterno giorni di furiosa attività ad altri di sana assenza (il post chiave in questo caso è “Se fossi un animale”).

    E come quest’ultima parentesi anche il “post sequel” in effetti può essere un subdolo espediente per aumentare il traffico [fidelizzazione? un po’ come i punti al supermercato. Dovrei studiare del merchandising. Non è vero: l’ho già studiato. Perdìo come sono deviante oggi].

    Subdolo, mah. Traffico, mah.

    Scoble lasciamolo tranquillo. Se digiti Robert su Google ai primi due posti esce lui.
    Le sa tutte, le sa.

  4. E’ vero… il sequel! ma come siamo… non ci sono termini. Lo faccio pure io ma non avevo il coraggio di ammetterlo. Adesso tocco il fondo: in assenza di argomenti caccio dentro pezzi della tesi… 🙂

  5. Sia detto con tutta l’onestà che mi consente il luogo e l’ora tarda: il sequel è funzionale ad una lettura organica e completa.

    Per i pezzi della tesi bisogna invece verificare (come si fa la faccina docente?).

    Che poi aiuti il traffico è una conseguenza [piacevole? anche quì, dipende dal traffico, anche quì, meglio seguire il proprio cuore (il che mi riporta alla mente una cosa che, a mia volta, riporterò a parte) e i risultati arriveranno, forse].

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...