Traslochi 2

creazione

Oggi ho speso un po’ di tempo per trasferirmi da peterpanseller.

Non voglio dire di più, che poi alicesearch mi manda di nuovo qua dei poveracci in cerca dell’isola che, in realtà, manca.

E io non ho la statura psicologica sufficiente per deludere le persone senza subire delle ripercussioni.

Comunque su wordpress il trasloco è abbastanza indolore, non si impiegano sei giorni, anche se qualche aggiustamento manuale (categorie e link) l’ho dovuto fare. Per un po’ non mi dovrei più muovere però.

Annunci

3 commenti

Archiviato in comunicazioni

3 risposte a “Traslochi 2

  1. Quali sono i vantaggi sostanziali, sul piano tecnico, del trasferimento su WordPress? Perché, chissà, potrei meditare il grande salto anch’io (anche se ho appena aggiornato il blog e devo dire che Splinder funziona meglio di come mi ricordavo).

  2. A livello di interfaccia mi sembra ci si muova agilmente in entrambi. A volte wordpress sembra un po’ più lento.

    Non saprei direi per le personalizzazione sui blog gratuiti, per quello che faccio io è sufficiente, ma wordpress (a pagamento) è attualmente una delle piattaforme principali per i blog.

    Su wordpress hai la possibilità di esportare i tuoi dati e salvarteli in locale o da un’altra parte. Su Splinder non sono riuscito a trovare la funzione.

    Magari uno pensa che non si sposterà mai, ma vai a sapere il caso o il destino, e quindi la possibilità di fare un backup non è di secondaria importanza.

    Vedi anche quello che hanno fatto ai vecchi forum di Clarence, rasi a zero, fatalità dagli stessi personaggi che hanno acquistato Splinder.

  3. Una rapida ricerca (“splinder” “export” o “esporta” su google) ha rivelato che si può recuperare quanto presente in splinder con dei programmi appositi creati da volenterosi emigranti che sembrano vivere felici nella nuova terra, a parte i mal di pancia per recuperare le masserizie lasciate di là.

    Durante la lettura dei dettagliati meccanismi da mettere in atto per preparare il blog all’asporto il mio occhio si è fatto via via più vacuo, aiutato in questo dall’immagine del menu di wordpress (del tipo file-> esporta, e morta lì), e ho abbandonato l’ipotesi, per il momento.

    Ho preferito leggere il minimalista, ma spassoso, blog di Lea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...