Inserzioni

coppia

I possessori dei due tovaglioli ritratti convivono felicemente.

Nei sogni di bambini, frequentazioni di locali pubblici da grandi, inserzioni sulle bacheche più o meno virtuali del mondo, preghiere, avranno mai pensato che sarebbe andata così?

E non sto parlando del grado di stropicciamento di un tovagliolo alla fine di un pranzo.

Parlo delle caratteristiche dell'”anima gemella” così come siamo abituati ad immaginarla, perché, dài, lo facciamo tutti.

Alla voce compagno/a ideale non esce mai una silouette trasparente da riempire solo quando arriverà. Anche tralasciando le caratteristiche fisiche, presenti ma alla fine subordinate a quelle caratteriali, ognuno si immagina quell’altro/a ideale.

Nelle fasi adolescenziali la tendenza è quella di immaginarsi più o meno un clone di se stessi, stesso temperamento, stessi interessi.

In una ipotesi del genere sfugge che poi il dialogo sarebbe vermente limitato, visto che ognuno pensa, esattamente, come l’altro.

Poi si cresce e si elabora, ma ancora, quei due tovaglioli, onestamente, mai sarebbero andati insieme in una lista meditata.

Eppure, son dei bei misteri, specie se, alla fine, la silouette dell’anima gemella si riempie.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in filosofia minore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...